Maurizio Duranti nasce a Firenze nel 1949 e vive a Milano, poi a Genova, poi di nuovo a Milano.
Frequenta il liceo artistico a Genova, sempre a Genova, si laurea in Architettura nel 1976 e apre lo studio fino al 1987, anno in cui si trasferisce a Milano.
Dal 1970 inizia ad occuparsi di arte programmata ed espone il suo lavoro in alcune mostre a Genova., tra cui quella alla Terrazza Martini organizzata da Gianfranco Bruno, alla Terrazza Martini.
Dopo la laurea si occupa di architettura, ma soprattutto di industrial design progettando prodotti per numerose aziende in tutti i settori della casa.
Riceve premi internazionali,10 volte il GOOD DESIGN AWARD a Chicago e una Segnalazione D’Onore al Compasso D’Oro a Milano.
Numerosi prodotti da lui disegnati sono presenti nelle collezioni dei musei: Athenaeum di Chicago, Bunkamura Design Collection di Tokio, Neue Samlung Museum di Monaco, Museo del Design e Delle Arti Applicate di Gent, Victoria & Albert Museum di Londra.
Progetta allestimenti di showroom, negozi e mostre ed è spesso pubblicato sulla stampa nazionale ed estera.
Insegna allo IED di Milano dall’83 all’89, poi tiene un workshop alla Domus Academy nel 2007 e per due anni a Brera Design.
Sulla sua opera, oltre a numerosi articoli pubblicati sulla stampa nazionale ed estera, sono state edite le monografie: “Maurizio Duranti Avventure Progettuali” D. Baroni, Agepe 1991 e “Maurizio Duranti Disegni e Design” D. Baroni, L’Archivolto, 1993.
Nel 2017 decide di occuparsi di nuovo di arte, dall’ultima mostra sul tema de I PAESI tenuta a Genova nell’83, presentato dal critico Germano Beringheli.
Il tema dei PAESI lo interessa sempre e lo ritiene un tema attuale nella sua interpretazione concettuale e nella resa artistica.
Attualmente vive e lavora ad Appiano Gentile (CO) dal 2012.